Tornare indietro nel tempo…

Ultimo aggiornamento Scritto da Nello Acampora

Se poteste tornare indietro nel tempo, sapendo ciò che sapete oggi,che cosa non rifareste più?

Questa domanda è il messaggio chiave della 4° video-pillola di Brian Tracy, ed è alla base del suo Zero Based Thinking, il metodo per individuare con lucidità cosa non produce più risultati nel proprio Business (o nella propria vita) ma che si continua a fare per paura del cambiamento o per mancanza di consapevolezza.

Leggi qui...

Le video-pillole di Brian Tracy

Ultimo aggiornamento Scritto da Nello Acampora

Durante la pausa natalizia abbiamo continuato a lavorare per voi :-)
Ci siamo chiesti … cosa possiamo offrire ai nostri clienti per iniziare il nuovo anno con una marcia in piu’?
Spesso dopo le feste si torna alla quotidianità con piu’ stress di prima, e il tempo non sembra mai abbastanza per conciliare tutti i nuovi obiettivi e gli impegni programmati per il 2013 in ogni area della nostra vita.

Leggi qui...

Il mistero del tempo degli Amondawa

Ultimo aggiornamento Scritto da Nello Acampora

Mi ha sempre affascinato la definizione soggettiva di tempo. Da ragazzi, si possono aspettare ore intere sotto il sole in attesa di un amico o della fidanzata, senza per questo sentirsi depressi o frustrati per aver buttato via una mezza giornata. Il tempo è più dilatato quando si è molto giovani e non si hanno ancora responsabilità lavorative o familiari. Ci si può annoiare, lasciare spazio alla fantasia e alla nostra mente. Essere creativi senza doverci giustificare con nessuno.

Da adulti la musica cambia un po’. Noi occidentali abbiamo una percezione del tempo lineare, vediamo di fronte a noi la sequenza di eventi che rappresentano il nostro passato, presente e futuro. La giornata è programmata secondo una successione di cose che devono avvenire in un certo intervallo: questo ci permette anche di relazionarci con gli altri, di rispettare gli appuntamenti, di miscelare affari professionali a momenti di svago e tempo libero.

Con gli strumenti della Programmazione Neuro Linguistica si può lavorare in maniera dettagliata sulla nostra linea del tempo, la cosiddetta timeline. Attraverso tecniche di visualizzazione (utilizzate e insegnate con grande maestrìa da tutti i formatori che collaborano con Hi-Performance, da Tony Robbins a Roy Martina e agli altri) possiamo modificare in maniera positiva la percezione con cui abbiamo archiviato alcune esperienze del passato, o immaginato quelle del futuro.

Viceversa, in certe aree del pianeta l’unico tempo che conta è quello presente, o al massimo quello che dista una o due ore, in avanti e indietro. È una percezione più ampia di tutto ciò che accade nell’istante. Specialmente la cultura araba si basa su questa concezione, dove gli orari sono molto flessibili e dove gli orologi e i calendari non sono così importanti come da noi.

A questo proposito, ho letto di recente un articolo dove si parlava degli Amondawa. Conoscete gli Amondawa? Io ne ignoravo l’esistenza. Sono un gruppo di indios dell’Amazzonia brasiliana che stanno facendo scervellare gli scienziati di mezzo mondo. E sì perché per loro il tempo non è relativo: in realtà, non esiste.

Non è che lo rifiutano, semplicemente è un “non bisogno”. Una ricerca appena pubblicata spiega che questa tribù di circa un’ottantina di persone custodiscono quello che a noi può sembrare un segreto. Nella loro cultura l’idea di tempo non esiste. E non esistono neppure i calendari. Voi direte: ma come fanno ad esempio a sapere quanti anni hanno? Sembra che le fasi della vita – infanzia, adolescenza, giovinezza, maturità e vecchiaia – vengano spiegate al loro interno cambiando il nome della persona. Cioè è come si io da bambino mi fossi chiamato Fabrizio, poi ora sono Nello e da anziano magari mi chiamerò Andrea…

Che dire? La natura non smette mai di insegnarci qualcosa. La lezione di oggi è che forse, vista l’ottima salute di cui godono gli Amondawa, dovremmo iniziare anche noi, ogni tanto, a lasciare a casa l’orologio e i telefonini, a non guardare i calendari. E provare invece ad ascoltare il nostro ritmo interiore: quello che sceglie il meglio per noi e ci preserva dallo stress e dalle sensazioni negative.

Nello Acampora

Leggi qui...

Video interessanti

Diventa anche tu Fan di Hi Performance

Designed by SB creativity
WordPress è un software libero rilasciato sotto GNU/GPL Licenza.