Ricetta social per migliorare i servizi

Ultimo aggiornamento Scritto da Nello Acampora

Dalle pagine di questo blog mi capita talvolta di segnalare buone pratiche per quanto riguarda il rapporto e la comunicazione tra venditore e cliente, così come tra cittadino e pubblica amministrazione.

Arriva dagli Stati Uniti la notizia che spiega come Facebook può essere facilmente usato per migliorare i servizi pubblici.

L’applicazione si chiama Citizen Request Tracker (CRT), è gratuita e facile da scaricare dal proprio profilo Facebook. Per fare cosa? Per inviare segnalazioni di malfunzionamento o incuria (dall’illuminazione pubblica ai cani randagi) nella propria città, mantenendo traccia delle richieste, delle risposte e delle comunicazioni di follow up.

L’idea è quella di rendere le amministrazioni locali più accessibili ai cittadini tecnologicamente competenti, a coloro cioè che usano i social media e i dispositivi mobili nella vita di tutti i giorni.

A metterla in pratica è una cittadina del Texas, League City, che tra l’altro ha un sito davvero molto efficace e attraente. La direttrice della Comunicazione e Media relations di League City ha spiegato che “non sempre i cittadini vogliono alzare il telefono e contattare la persona giusta per far presente un malfunzionamento nei servizi pubblici. Ma gli stessi cittadini sono costantemente sui social media. Usare questa application, per loro, è un modo facile e veloce per mandarci le informazioni e aiutarci a migliorare le loro vite e la città di tutti”.

Dunque, se da un lato CTR facilita la vita dei cittadini, dall’altro può contribuire ad aumentare l’efficienza del back-office dell’amministrazione. Infatti, da CivicPlus (l’azienda che ha sviluppato il software) sottolineano che “l’applicazione potrebbe far diminuire il traffico telefonico e le lunghe file negli uffici dell’amministrazione comunale. Questo può decisamente aiutare a semplificare e alleggerire i flussi di lavoro, spingendo gli impiegati a lavorare con maggiore efficienza”.

La Rete dunque al servizio del cittadino e della pubblica amministrazione. E in Italia?

La presenza delle PA sui social media è un tema che, speriamo, diventerà sempre più urgente anche da noi. A mio avviso non basta la semplice presenza, che pure non è scontata. È importante il modo di essere presenti, delle strategie e dei processi in cui la PA social si estende e si completa nello spazio del web.

Per iniziare ad approfondire prospettive ed esperienze, vi chiedo: “Se fossi il sindaco della tua città, come useresti la pagina Facebook?”.

Nello Acampora

Per scaricare Citizen Request Tracker (CRT) gratuitamente, ecco il link.

Leggi qui...

Nasce il nuovo applicativo di Tony Robbins

Ultimo aggiornamento Scritto da Nello Acampora

Il successo è frutto di determinazione, costanza e focus.  Spesso di fronte ai nuovi obiettivi ci facciamo influenzare dalle prime difficoltà e buttiamo tutto all’aria.  Cosa accadrebbe se  per 10 giorni  tu provassi a focalizzarti solo sulle soluzioni piuttosto che sui problemi? Su quello che va, invece, di “perdere” tempo su quello che non funziona?

Leggi qui...

L’eccellenza degli informatici senza frontiere

Ultimo aggiornamento Scritto da Nello Acampora

Quante forze giovani intorno al mondo del volontariato! Non mi piace l’idea di lavorare gratis, di regalare la propria professionalità. Ma apprezzo molto chi si fa le ossa in un ambiente creativo, solidale e attuale con i tempi.

Leggi qui...

Video interessanti

Diventa anche tu Fan di Hi Performance

Designed by SB creativity
WordPress è un software libero rilasciato sotto GNU/GPL Licenza.