La generazione Erasmus vuole lavorare all’estero

Ultimo aggiornamento Scritto da Nello Acampora

Leggo che in Italia un ragazzo su due vorrebbe lavorare all’estero. Lo dice una ricerca dell’Istud messa a punto dall’Osservatorio giovani e lavoro, che ha coinvolto mille giovani laureandi, neolaureati e neo-inseriti in azienda.

Leggi qui...

I 5 post da portarvi nel 2012

Ultimo aggiornamento Scritto da Nello Acampora

Si avvicina, ormai a grandi passi, la fine del 2011. Per noi – così come immagino per molti di voi – quello che si sta per chiudere è stato un anno intenso, vissuto con emozioni di vario genere e con momenti di grande energia.

Come le nostre vite e i nostri business si arricchiscono nel tempo, anche questo blog è cresciuto, nel corso dei mesi, grazie alle nostre idee e alle vostre proposte. Sommando tutti i post di questi anni, si tratta di centinaia di contributi che mi auguro abbiano portato alle vostre attività – di imprenditori, formatori e professionisti in genere – un bel po’ di valore, quantomeno per riflettere su alcuni temi che abbiamo veicolato in sintonia con le vostre esigenze.

Tra i molti post del 2011 che stavo riguardando (in queste ore di bilanci e propositi per il nuovo anno) ce ne sono alcuni che voglio segnalarvi per una rilettura a mio avviso proficua. Cliccando sul titolo del post, andrete a riscoprire vecchi spunti che possono tornare molto utili anche per i vostri obiettivi del 2012.

Buona navigata e… un augurio di un fantastico anno nuovo!

Wwworkers: come inventarsi un nuovo lavoro
Chi sono i wwworkers? Sono i nuovi lavoratori della Rete: persone che spesso lasciano il posto fisso per avviare un’attività sul web…anche da casa. Un business che quasi sempre prende vita dalle passioni più vere e profonde dei protagonisti.

Te la senti di abbattere il muro dei 4 minuti?
Avete mai sentito o letto la vicenda di Roger Bannister, il primo atleta che corse la distanza di 1 miglio sotto i 4 minuti? Rileggete questo post: scoprirete che quando una persona è totalmente convinta di qualcosa, permette al proprio organismo di attingere alla maggior parte delle risorse, senza risparmiarsi. Azioni di qualità portano a risultati di qualità.

L’Erasmus per imprenditori
Incoraggio spesso i giovani che mi chiedono consigli sull’avviamento di un’impresa. Questa è un’iniziativa da non perdere. Ora l’Unione europea finanzia il programma Erasmus non più solo per gli studenti, ma anche per chi aspira a diventare imprenditore o abbia avviato negli ultimi tre anni una sua impresa.

L’arte della diplomazia
La diplomazia è un’arte che tutti pratichiamo tutti i giorni, tutto il giorno, nel momento in cui interagiamo con le altre persone, che si tratti del nostro partner, di nostro figlio o di un nostro cliente. Ecco poche semplici regole che possono davvero renderci dei “diplomatici d’eccellenza!”

6 azioni da fare subito per reagire alla crisi
In questo quadro di incertezza, penso che l’unica cosa da evitare sia quella di restare fermi. Aspettare non serve. Ecco perché vorrei condividere con voi un elenco di azioni da intraprendere subito. Non aspettate i prossimi mesi: iniziate ora.

Nello Acampora

Leggi qui...

L’Erasmus per imprenditori

Ultimo aggiornamento Scritto da Nello Acampora

In queste ore, dove lo sguardo di molti di noi è rivolto alla capacità di ripresa del sistema Paese, mi preme segnalare una buona notizia per gli imprenditori.

Ora l’Unione europea finanzia il programma Erasmus non più solo per gli studenti, ma anche per chi aspira a diventare imprenditore o abbia avviato negli ultimi tre anni una sua impresa.

L’Erasmus è un sistema transnazionale finanziato dall’Europa che permette a un aspirante titolare d’impresa – senza limiti di età – di trascorrere un periodo (da uno a sei mesi) presso un imprenditore affermato in un paese europeo, per riceverne i preziosi consigli, ma anche per rinfrescare lo sguardo e il dinamismo di aziende già rodate.

Ci vuole un’idea imprenditoriale, una forte motivazione, la disponibilità a collaborare con l’azienda ospitante e a coprire con un piccolo contributo i costi del soggiorno. Il meccanismo è quello del cofinanziamento: il rimborso spese mensile per un giovane partecipante italiano è di 900 euro.

La sensazione è che il progetto sia una buona opportunità per far crescere e sviluppare le nostre imprese, sia culturalmente che in chiave internazionale. Se rientrate in questa fascia, potrete conoscere modi diversi di lavorare e culture differenti da quella di origine.

È una vera formazione sul campo, che unisce l’esperienza umana a quella professionale. Così come per le aziende, è un’opportunità di conoscere – grazie a giovani provenienti da altri paesi – culture e modi di lavorare diversi. E di portare innovazione nelle proprie realtà.

Incoraggio spesso i giovani che mi chiedono consigli sull’avviamento di un’impresa. Questa è un’iniziativa da non perdere. Non è la svolta che risolve tutto: alla base ci vuole sempre un forte spirito d’intraprendenza (e indipendenza). Ma è comunque un’esperienza che vi darà coraggio e apertura mentale. L’Europa, più velocemente di noi, ha capito che la strada per sollevarsi dalla crisi è quella di uscire dai soliti recinti lavorativi.

Nello Acampora

Leggi qui...

Video interessanti

Diventa anche tu Fan di Hi Performance

Designed by SB creativity
WordPress è un software libero rilasciato sotto GNU/GPL Licenza.