Cosa ci può essere di positivo in un No?

Scritto da Nello Acampora

A ciascuno di noi capita nella quotidianità di dover dire di no,ai figli che non fanno quel che diciamo loro, all’amico che ci chiede un favore quando ‘proprio non possiamo’, al collaboratore che non segue le nostre indicazioni,
al fornitore che alza improvvisamente il costo dei suoi prodotti/servizi e sembra ‘irremovibile’…!

Con il nostro no vogliamo che l’altra parte accolga le nostre esigenze …
mentre quel che spesso succede è proprio il contrario perchè quel no finisce per creare malumori nell’altro… e finiamo per provare sensi di colpa e frustrazione.
Qualche giorno fa mia sorella Mody ha scritto un’email che iniziava così e segnalava un’offerta per l’acquisto del videocorso il “No Positivo” di William Ury

Ho seguito il corso di Ury lo scorso anno a Vicenza, in occasione del quinto appuntamento del Club Mondiale della Formazione, e in sala la sua competenza si percepiva..eccome! William opera da oltre trent’anni come consulente e mediatore in ambito aziendale e politico. Ha mediato in conflitti che vanno dal campo politico (tra Stati) a quello aziendale (tensioni all’interno del consiglio di amministrazione di grandi multinazionali) e vi assicuro che è un piacere sentirlo raccontare i suoi aneddoti professionali.

Dal seminario live è stato tratto un  videocorso di oltre 3 ore, che raccoglie i momenti migliori della giornata e aiuta a sperimentare in pochi passi il Metodo si-no-si: il modo per dire di no alle richieste degli altri … ed ottenere il SI!
Attraverso questo metodo si impara a  far accogliere all’altro le proprie priorità e valori, evitando le coseguenze poco piacevoli del NO pronunciato in modo “secco e assoluto”.

Fino a domani il video-corso è in vendita su Inspiring Channel al prezzo speciale di 27.90 euro anzichè 39,90.

Se vi ho incuriosito, date un’occhiata alla scheda prodotto.

Nello Acampora


Lascia un tuo commento