Storie di aziende che hanno sfidato la crisi

Scritto da Nello Acampora

Come comunicate la vostra impresa? Vi mettete nei panni del vostro pubblico? Riuscite a suscitare in loro attenzione e interesse?

C’è chi ha pensato di organizzare un concorso per tirare fuori storie positive che parlassero di aziende, produttori, artigiani. O di realtà economiche che hanno saputo far fronte alla crisi grazie all’impegno, alla capacità di reinventarsi e proporre qualcosa di nuovo. 

Questa sfida è stata lanciata dalla Lauretana, l’azienda di acque minerali che – in collaborazione con un quotidiano – ha chiamato un certo numero di giovani giornalisti e li ha invitati a raccontare storie di nuove idee che hanno permesso di dare slancio alle imprese sul nostro territorio nazionale.

Alla vincitrice – la giovane Nadia Ferrigo – è andata una borsa di studio di cinquemila euro e uno stage di 3 mesi nella redazione economica de La Stampa. Nadia ha raccontato la storia di un’azienda in provincia di Biella che da impresa tessile si è trasformata in produttrice di materiali innovativi per la pesca sportiva. Dai gomitoli e le rocche sono passati alle esche artificiali: cavallette, ragni e insetti di ogni genere.

Un altro articolo in concorso raccontava la storia di Regalister, un’applicazione per cellulare che consente di creare una propria lista online di regali, fotografando i prodotti che si trovano nei negozi. In un altro ancora si parlava di un’artista romana, che nel quartiere di Centocelle ha aperto una sua bottega per decorare a fuoco su porcellane e ceramiche.

Insomma, tirarsi fuori dalle secche, se non si dispone di grandi capitali, è possibile. Non diciamo che sia semplice, ma per chi ha idee innovative e vuole provare a reinventarsi è perlomeno fattibile.

Nello Acampora


Lascia un tuo commento