La beatificazione di Giovanni Paolo II: non solo fede

Scritto da Nello Acampora


Non si finisce mai di imparare, specie per quanto riguarda l’organizzazione di un evento. Da quasi quindici anni Hi-Performance promuove i corsi di Anthony Robbins in Europa: dovrei quindi essere abituato a come si gestisce una manifestazione che coinvolge qualche migliaio di persone.

 In questi giorni, però, a Roma abbiamo assistito alla preparazione di un evento molto più ampio e articolato: sto parlando della cerimonia di beatificazione di Giovanni Paolo II, che si è svolta ieri, 1 maggio in piazza San Pietro e che ha visto la la presenza di un milione e mezzo di fedeli da tutto il mondo.

 Io stesso, insieme a tutto il mio team, sono stato coinvolto direttamente nei giorni di attesa, perché la nostra sede si trova nel quartiere Prati, a poco più di un chilometro dalla Città del Vaticano. Dunque, vicinissimi a quello che domenica è stato il centro del mondo…

 Quello che colpisce – oltre alla macchina organizzativa e alle straordinarie misure di sicurezza – è il marketing che si è generato intorno a questo “evento”.

 E’ bastato girare un po’ a piedi per le strade intorno a San Pietro, ma anche per il centro di Roma, per incontrare gruppi di fedeli che intonavano canti e preghiere, troupe televisive in assetto organizzativo, frotte di turisti che affollavano le Poste vaticane e le decine di negozi di souvenir disseminati in tutta l’area circostante.

 Impossibile non notare l’impressionante quantità di gadget offerta da commercianti e ambulanti, che in occasioni del genere, sfoggiano tutta la loro creatività imprenditoriale. Ho visto rosari, calendari, magneti da frigorifero, portachiavi, braccialetti, acquasantiere, t-shirt da 5 a 7 euro, orologi, penne, portapillole, statuine, campanellini, piatti e tazze. E inoltre brevi biografie, cartoline, opuscoli di preghiera, monete, medaglie, quadretti, ceri e mini-ceri, adesivi, persino ditali.

Vi ho fatto un reportage da vero cronista…!!  :-)

 E comunque, ancora una volta, di fronte a un’istituzione millenaria, e al di là della singola fede di ciascuno, ho imparato ancora di più cosa significhino concetti come “comunicazione”, “merchandising”, “marketing”, “evento”.

Nello Acampora


Lascia un tuo commento